Premio Asimov

 PREMIO ASIMOV PER L’EDITORIA SCIENTIFICA

Nato per avvicinare il mondo della scienza e quello della scuola e ideato dal fisico Francesco Vissani, che ne è anche il coordinatore, il Premio ASIMOV è stato istituito sin dal 2015 grazie alla collaborazione tra il GSSI - Gran Sasso Science Institute e l'INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, e oggi si fregia di numerosi e autorevoli partners, tra cui l'Accademia dei Lincei, la Società Italiana di Fisica, l'Associazione Librai Italiani, il CICAP,  ecc.

 Il Premio si avvale di una commissione scientifica di circa 400 insegnanti di scuola superiore, ricercatori e professori universitari, giornalisti, scrittori e amici della cultura scientifica. Tra i circa 200 libri pubblicati dal 2019. Per l'anno scolastico 2020-2021 la commissione ha individuato la seguente cinquina di finalisti:

 

  • Telmo Pievani con "Imperfezione. Una storia naturale" (Cortina Raffaello)
  • Barbara Mazzolai con "La natura geniale. Come e perché le piante cambieranno (e salveranno) il pianeta" (Longanesi)
  • David Quammen con "L'albero intricato" (Adelphi)
  • Amedeo Balbi con "L'ultimo orizzonte. Cosa sappiamo dell'universo" (UTET)
  • Gianfranco Pacchioni con "L'ultimo sapiens. Viaggio al termine della nostra specie" (il Mulino).

 

La parola passa adesso alla giuria, composta da migliaia di studenti e studentesse di scuola superiore (ben 3300 nella scorsa edizione). Ogni partecipante leggerà, valuterà e recensirà uno dei libri in lizza e saranno i voto di questa impressionante giuria popolare a scegliere il vincitore del premio ASIMOV.

Le recensioni saranno raccolte in un database, e poi verranno lette e valutate dalla commissione scientifica; le migliori saranno a loro volta premiate. Gli enti organizzatori certificheranno le recensioni valide, e sarà facoltà delle scuole riconoscere il lavoro dei giurati ai fini di percorsi di per le competenze trasversali e per l'orientamento o per i crediti formativi.

 L’attività di lettura, analisi e recensione delle opere in gara da parte degli studenti può essere riconosciuta ai fini dell’attribuzione di crediti formativi e come percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO, ex alternanza scuola-lavoro), previa certificazione degli Enti organizzatori e delle scuole aderenti (fino a 30 ore). Anche l’impegno degli insegnanti verrà riconosciuto ai fini dell’aggiornamento professionale, previa iscrizione all’iniziativa sulla piattaforma SOFIA e successivo rilascio di attestato (fino a 30 ore).

 Il Premio ASIMOV è un'iniziativa multi-sede. Le numerose sedi della commissione scientifica del premio – Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Liguria –, si coordinano tra di loro per il successo dell'iniziativa, collaborando con più di 140 scuole superiori di tutta Italia.

 Il prossimo aprile, in ciascuna sede regionale, i libri in lizza saranno presentati al pubblico dagli autori delle migliori recensioni. Subito dopo, in contemporanea tra le undici sedi, verrà annunciato il libro vincitore della sesta edizione del Premio ASIMOV per il 2021.

Molte le novità di questa quarta edizione. Oltre alle tre nuove regioni che si sono appena aggiunte, anche la lista di enti organizzatori e patrocinatori si è ulteriormente arricchita della sezione INFN di Bari, il Dipartimento Inter-ateneo di Fisica dell’Università (UniBa) e del Politecnico di Bari (PoliBa), l'Università degli Studi della Basilicata (Unibas), l'Università degli Studi del Molise e l'Associazione per l'Insegnamento della Fisica (AIF).

 La Repubblica cita il nostro alunno Leonardo Rapposelli vincitore del Premio Asimov 2020-2021: visiona l'articolo in allegato!

Leggi le recensioni vincitrici:

https://asimov.ca.infn.it/asimov/recensioni_vincitrici_asimov.php?anno=2021&id_libro=2

Per maggiori informazioni, si veda il sito web del premio,

https://www.premio-asimov.it/

https://www.youtube.com/channel/UCbdy2IFkSsf2Z2Wg3iWRYlA

 

Allegati
Rapposelli Repubblica Asimov_1.docx
scuole aderenti.jpg